Designers

AlessandroStabile

Alessandro Stabile

Alessandro Stabile (Milano, 1985) si laurea alla Facoltà di Design del Politecnico di Milano nel 2007 e ottiene un Master nel 2008 presso la Scuola Politecnica di Design. Dal 2008 collabora con Giulio Iacchetti come product designer e project leader del suo studio. Nel 2011 fonda il proprio studio. Nel 2013 viene selezionato dall’Istituto Italiano di Cultura di New York come uno dei dieci “Top Young Italian Industrial Designers”. Nel 2016 due suoi progetti si aggiudicano il primo e il secondo premio al concorso “Young&Design”. Ha progettato e progetta per Moleskine, Alessi, Internoitaliano, Triennale di Milano, Nutella, UnitedPets.
CaraDavide

Cara \ Davide

Studio CARA \ DAVIDE nasce dalla collaborazione tra Cara Judd e Davide Gramatica. Si incontrano allo IED di Milano dove frequentano il corso triennale di design del prodotto che terminano nel 2011. Intraprendono percorsi differenti, dal lavoro in un piccolo studio a quello in una grande azienda facendo anche esperienze più specifiche come apprendisti in botteghe o laboratori. Nel 2016 decidono di unire le loro esperienze e le loro visioni e fondano lo studio CARA \ DAVIDE. Nello stesso anno partecipano al Salone del Mobile con il loro primo progetto autoprodotto che riscuote un buon successo soprattutto da clienti privati. Partecipano anche alla London design fair 2016 portando in esposizione una nuova autoproduzione. Iniziano a collaborare con aziende e privati come consulenti e progettisti, si occupano di formazione nel settore design e sono ideatori e curatori di eventi ed esposizioni internazionali legate al design e alla cultura.
FedericaBiasi

Federica Biasi

Federica Biasi, classe 1989, si è laureata con lode nel 2011 presso l’Istituto Europeo di Design. Dal 2011-2013 lavora con agenzie di design con sedi a Milano. Nel 2014 si trasferisce ad Amsterdam per analizzare e comprendere il design nordico e i trend emergenti, concentrandosi sull’estetica e la semplicità formale che hanno ispirato il suo stile personale. Attualmente è art director del brand italiano Mingardo, collabora come consulente creativo con aziende di design come Fratelli Guzzini, puntando sulla ricerca e previsione dei trend internazionali: colori, materiali e finiture, con particolare attenzione al know-how di ogni azienda con cui collabora. Progetta inoltre ceramiche da tavola, prodotti tessili e mobili, credendo fortemente nel valore dell’artigianalità. Federica è una designer a 360°, la sua filosofia si basa su un approccio estetico pulito: niente è lasciato al caso, ogni dettaglio ha un obiettivo preciso sia che si tratti di un prodotto o di una direzione artistica.
StudioLido

li-do

li-do, Laboratore Innocenti Design Office, è uno studio creativo con sede a Milano fondato da Ilaria Innocenti e Giorgio Laboratore. I due designer provengono da diverse esperienze progettuali ma sono accomunati dalla medesima passione per il design e le arti visive. L’approccio di Ilaria è caratterizzato da una formazione di interior con forte cultura visiva, mentre l’approccio di Giorgio proviene dal disegno industriale ed è caratterizzato da una profonda conoscenza dei materiali e dei processi produttivi. Dal 2014 lavorano insieme a ricerche, art direction, prodotti e interior. Attenti ai linguaggi contemporanei e attratti dalle componenti evocative ed emozionali, propongo un approccio sartoriale alle aziende con cui collaborano, occupandosi di prodotto e di interni ma anche di immagine, di tessuti, di allestimenti e di tutto quello che può essere immaginato e progettato.
LorenzaBozzoli

Lorenza Bozzoli

Nata a Milano dove ha studiato arte presso l’Accademia di Brera. Dal ’85 ha iniziato come free lance stilista per Fiorucci, Basile, Plein Sud, Sergio Rossi, Camper e molti altri. Dal ’96 con passione si dedica al design industriale, lavorando per Antiquités, Viceversa, Alessi, Dilmos, Dedon, Moooi, Spazio Pontaccio, Cole, Tato. Ha partecipato a numerose mostre in Italia (Triennale MI) e all’estero (Cooper Hewitt NY). Vive e lavora a Milano nel suo studio di progettazione.
MartinelliVenezia

Martinelli Venezia

MARTINELLI VENEZIA è uno studio di progettazione con sede a Milano e Palermo, nato nel 2015 dalla collaborazione tra Carolina Martinelli e Vittorio Venezia. Lo studio si occupa di design del prodotto, allestimento, architettura e interni, indagando questioni come il rapporto tra la tradizione e il sapere locale, le proprietà dei materiali e le possibilità tecniche delle lavorazioni. I loro progetti sono stati esposti in gallerie e musei come il Louvre di Parigi, il MAXXI di Roma e la Triennale Design Museum di Milano. Collaborano con numerose aziende italiane e internazionali come Alcantara, Colé Italian Design Label, Falper, InternoItaliano, Jannelli & Volpi, Luce5, Martinelli Luce, Meritalia, Mingardo, Moleskine, Premax.
SaraFerrari

Sara Ferrari

Sara Ferrari è una designer italiana a cui piace viaggiare ed esplorare culture diverse. Nel 2009 fondaSara Ferrari Design, spendendovi i primi quattro anni della sua carriera, iniziata fin da subito con una forte riconoscibilità in ambito internazionale. Nell Ottobre 2013 vince il bando di concorso del Progetto Professionalità Ivano Becchi e si aggiudica una borsa di studio con cui inizia un progetto di ricerca sul tema “design and emotions” presso l’Università Tecnica di Delft, in Olanda. Al termine della residenza, grazie ai rapporti costruiti con il team dell’università, inizia la sua attività di insegnamento. Durante il periodo in Olanda , Sara continua a lavorare per diverse aziende italiane fra cui Olimpia Splendid, leader nel campo della climatizzazione e del riscaldamento, per cui disegna MIA. Tra le scuole di Design e Università dove ha insegnato o tenuto lectures ci sono l’Università Tecnica di Delft (TU Delft), l’accademia HKU di Utrecht, l’Università di Bologna, la Scuola Italiana Design di Padova, NABA (Nuova Accademia di Belle Arti) di Milano, il Politecnico di Milano e la DOMUS Academy di Milano. Al momento vive e lavora fra Brescia e Milano, dove all’attività di designer continua ad affiancare quella di docenza. E’ co-fondatrice di Studiomare.
SimoneBonanni

Simone Bonanni

Simone Bonanni nasce a Pordenone nell’agosto del 1989. Si diploma nel 2011 in Industrial Design presso l’Istituto Europeo di Design di Milano con il progetto Atmo, premiato con la Menzione d’Onore alla 23esima edizione di ADI Compasso d’Oro (Targa Giovani). Nello stesso anno ha inizio la sua carriera professionale presso lo studio Valerio Sommella. Nel 2012 lascia Milano alla volta di Amsterdam dove entra a far parte del team di Marcel Wanders. Qui lavora come product designer e project leader per 3 anni. Rientrato a Milano nel 2015, fonda Simone Bonanni Design Studio. Nel 2016 il progetto Skyline, un’innovativa cappa da cucina progettata in collaborazione con Attila Veress, riceve la Menzione Speciale in occasione di Elica/Cristalplant Design Contest 2016. Attualmente collabora con brand italiani e internazionali e affianca alla progettazione l’attività di docente presso l’Istituto Europeo di Design e IED Master.
Gio Tirotto

Gio Tirotto

“Agisco per essere un ponte che collega il pensiero al messaggio, obiettivo imprescindibile del mio linguaggio artistico”. Tutto ciò che progetta nasce dall’attenzione a tutto ciò che ci circonda, vivo o inanimato. Se cè un limite tra arte e design, cerca di cancellarlo, re-interpretandolo attraverso la massima complicità possibile tra uomo e oggetto. Questa è la ragione per cui egli crede che i riti, la memoria e l’immaginazione siano spesso la funzione essenziale delle Cose. Gio Tirotto affronta la direzione artistica di progetti di prodotto, interni, allestimento e non solo.
Gio Tirotto

Marco Zito

Marco Zito 16.2.1966 architetto, laureato con Vittorio Gregotti allo IUAV nel 1994. Dal 1996 insegna Disegno Industriale del prodotto presso la facoltà di Design e Arti dello IUAV di Venezia. Lo studio, con sede a Venezia, si occupa di disegno del prodotto, allestimenti e architettura. Design Index ADI 2004, selezione per “Steelon”, produzione Viabizzuno. Pubblicato in Design Yearbook 2004 di Tom Dixon. Premio al trofeo del design per l’innovazione “Batimat 2005″, Parigi, il progetto “lettere” sistema illuminante, prodotto da Viabizzuno. Design Index ADI 2007, selezione per “lettere”, produzione Viabizzuno. Esposizione “New Italian design” collezione permanente del design Triennale di Milano. Collaborazioni con Foscarini, Agape, Salviati, Olivetti, Lavazza, Plust, Deltacalor, Coin, Electrolux, Casamania, Gruppo Danieli, Fila, Viabizzuno, Bosa, Saba. Pubblicato in Abitare, Domus, Casabella, Intramuros, Wallpaper, Interni, Ottagono, Diid, The Plan.
masa-photo-small

Chiara Andreatti

Nata nel Veneto, non lontano da Venezia, Chiara Andreatti si trasferisce a Milano dove si laurea in Disegno Industriale allo IED nel 2003 e dove frequenta un master alla Domus Academy.Ha collaborato con studi di design come Raffaella Mangiarotti, Renato Montagner e dal 2006, lavora con lo studio Lissoni Associati (MI), seguendo parallelamente progetti freelance e lavorando con aziende come Atipico, Glas Italia, Non SansRaison, CCtapis, Covo, Reflex, Casamilano e Armani Jeans. Con una continua ricerca estetica spesso unisce la cultura artigianale delle sue radici veneziane con il design e le esigenze industriali, credendo che un tocco artigianale e poetico sugli oggetti di uso quotidiano arricchirà la nostra vita.
Objects_of_Common_1

Objects of Common Interest

Objects of common interest è uno studio multidisciplinare svolto a New York e in Grecia che si focalizza sul design degli oggetti, complementi d’arredo ed installazioni con una particolare attenzione per la struttura dei materiali e la loro concezione attraverso la semplicità dell’auto-espressione. Fondato da Eleni Petaloti e Leonidas Trampoukis, direttori di LOToffice for architectures, lo studio disegna a partire dalle spatial practise con una sensibilità artistica nel creare audaci oggetti, dalla utilità elementare, per riempire gli spazi. Con l’ obiettivo di permettere l’ inserimento nelle design room di oggetti di Objects of Common Interest, essi avranno un design ben pensato e senza tempo e rimarranno utili e rilevanti mentre simultaneamente avranno la malleabilità e la rifinitura per far parte della cultura contemporanea.
masa-photo-small

Masanori Mori

Nato a Mie, Giappone. Dopo essersi laureato in architettura alla Science University di Tokyo si trasferisce a Milano nel 1998. Durante i suoi 11 anni di permanenza in Italia, ha lavorato per molte aziende internazionali e marchi italiani con vari architetti e designer italiani. Dal 2009 torna in Giappone e istituisce il suo studio di progettazione “sync Inc.” di Tokyo. Lui opera come interior design, product design e consulente.
Acconci+Bastiani

Antigone Acconci + Riccardo Bastiani

Antigone Acconci (Lucca, 1978) si laurea in architettura all’università di Firenze nel 2003 e l’anno successivo consegue un master allo Ied Design di Milano, dove attualmente si occupa di coordinamento didattico e docenza.Riccardo Bastiani (Poggibonsi, 1978) si laurea in architettura all’università di Firenze nel 2004, anno in cui si sposta a Milano.Insieme nella vita, sul lavoro debuttano al 100% Design di Londra nel 2007 e successivamente partecipano a tre edizioni del Salone Satellite a Milano. Si occupano di interior design ed allestimenti e disegnano per brand italiani ed internazionali. Nel 2011 sono i Giovani Designer Dell’Anno per Elle Decor Italia.
Parisotto+Formenton

Aldo Parisotto + Massimo Formenton

Aldo Parisotto (Monselice, 1962) si laurea nel 1988 in Architettura allo IUAV di Venezia con James Stirling. Dal 2001 al 2003 è titolare del corso di interior design a Triestre e tuttora continua l’attività di visiting professor in diverse realtà accademiche italiane.Massimo Formenton (Padova, 1964) si laurea in Architettura allo IUAV nel 1989.Nel 1990 inizia l’attività professionale congiunta tra i due progettisti e nasce a Padova lo Studio Parisotto + Formenton Architetti. La loro ricerca si orienta verso molteplici temi progettuali, sviluppando l’esperienza in contesto nazionale e internazionali In ambito architettonico si cimentano con realizzazioni museali, commerciali e residenziali; nell’architettura di interni focalizzandosi principalmente su interventi di shop design dal concept alle realizzazioni. Nel campo del design significativa è la collaborazione con importanti aziende del settore dell’illuminazione e dell’arredo . Dal 2004 lo studio ha una seconda sede a Milano
Revesz_174x261

Omri Revesz

Omri Revesz (Tel Aviv,1980) dopo una lunga esperienza in Estremo Oriente, si trasferisce in Italia e si laurea allo IUAV di Venezia, dove in seguito stabilisce il suo studio di progettazione. Si occupa di ricerca e progettazione di design contemporaneo in varie scale e si specializza in progetti per lo spazio pubblico urbano, collabora con aziende, architetti ed istituzioni pubbliche.

Barbara Schweizer

Barbara Schweizer (Feltre, 1966) vive tra Venezia e le Dolomiti trentine e si occupa della curatela e della conservazione del lavoro del padre, Riccardo Schweizer, artista e designer del Novecento, precursore della tendenza attuale, della contaminazione fra le arti e dell’arte nella vita. Collabora attivamente con diverse aziende per la riedizione di progetti di design ideati dal padre a partire dagli anni ‘70. Affascinata da questo mondo fin dalla nascita, ha recentemente sperimentato anche la realizzazione di oggetti ripensati ed autoprodotti.